Windows 11 in dirittura di arrivo

L’arrivo di Windows 11 è ormai alle porte, basato su Windows 10 è stato progettato per funzionare su qualsiasi dispositivo con le seguenti caratteristiche minime che però potrebbero, prima della uscita definitiva, essere ridimensionate sulla base dei test effettuati dagli Insider:

  • Processore con 2 o più core a 64 bit da almeno 1 GHz (Intel di ottava generazione, Zen 2, Qualcom Serie 7 e 8)
  • 4 GB di RAM
  • Disco da 64 GB
  • Firmware UEFI con avvio protetto
  • Trusted Platform Module 2.0 (TPM)
  • Scheda video compatibile con DiretX 12+ o successivo con driver WDDM 2.0
  • Schermo con definizione 720p con diagonale di 9 pollici
  • Connessione Internet
  • Account Microsoft




La difficoltà potrebbe essere la presenza o meno del modulo TPM sul PC; si tratta di un chip che è progettato per eseguire operazioni di crittografia che garantiscono l’integrità e la sicurezza del sistema.

Per verificare la presenza o meno di tale chip, basta digitare tpm.msc sulla barra di ricerca  e premere invio; apparirà una finestra nella quale verrà indicato se il modulo è presente

Se, come nella immagine sopra, viene indicato che è “Impossibile trovare un TPM compatibile” occorrerà accedere al BIOS del PC ed abilitarlo.

Qualora nel BIOS non ci fosse la voce relativa è possibile acquistare un modulo TPM da collegare alla scheda madre facendo attenzione che il modulo sia della stessa marca.

Sono molte le novità rispetto a Windows 10 a partire dalla veste grafica che si rinnova, le vedremo in un prossimo articolo, intanto vi invitiamo a vedere i video pubblicati per farvi un’idea.








 

Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Novembre 18, 2021

    […] questo articolo avevamo illustrato quali dovevano essere i requisiti per poter aggiornare il proprio PC a Windows […]